Clicca l'immagine per ingrandire
TC.761302

17.69 €

Francesco Molino (1768-1847)
Sonate per chitarra e violino Op. 2 e Op. 7

Francesco Molino appartiene a pieno diritto alla generazione di musicisti che ha saputo risollevare la chitarra dalla condizione di strumento secondario e amatoriale al rango di strumento da concerto, sull’onda della renaissance generale che lo coinvolse nell’età delle rivoluzioni europee, a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo. Dopo una carriera militare e varie esperienze come violinista, violista e oboista, fu il suo approdo a Parigi nel 1818 a consacrarlo nella veste di compositore e didatta della chitarra: l’ascesa della sua fama ci viene testimoniata dalla grande e famosa disputa parigina dei suoi sostenitori contro quelli di Ferdinando Carulli, che in una celebre illustrazione dell’epoca se le suonano di santa ragione. L’attenzione di questa pubblicazione è focalizzata al lascito cameristico di Francesco Molino, del quale gli esecutori Luciano e Mauro Tortorelli riescono a cogliere la raffinata semplicità e la delicatezza e trasparenza che contraddistinguono l’opera del compositore da quella di tanti suoi contemporanei.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.761302
Compositore: Francesco Molino (1768-1847)
Esecutori: Luciano Tortorelli, chitarra
Mauro Tortorelli, violino
Edizione: Marzo 2017
Testo Musicologico: Mario Torta
Nota: World Premiere Recording