Clicca l'immagine per ingrandire
TC.700002

17.69 €

B. Marcello, G. Ferrandini, G.B. Pescetti, A. Vivaldi, A. Bon, G.B. Platti
Sonate Veneziane del Settecento

La presenza in Italia del “flauto traverso barocco” è documentata agli inizi del '700, mentre la "traversa rinascimentale" fu di largo uso tra la fine del '400 ed il primo '600 (testimone ne è la ricca collezione dell'Accademia Filarmonica di Verona). L’Oratorio “La Resurrezione”di Georg Friedrich Händel, rappresentato per la prima volta a Roma nel 1708, prevede una parte obbligata di "Traversa", qualcuno immagina suonata da Jacques-Martin Hotteterre "le Romain" o più realisticamente da un musicista polivalente dell'orchestra. Nei primi anni del secolo erano comunque gli strumentisti a fiato francesi ad operare nelle principali orchestre: furono loro ad inventare la "maniera di fiato tardo-barocca", trasmettendo poi l'arte a tedeschi e italiani soprattutto quando, dopo gli anni '20, cominciarono a circolare anche al di fuori della Francia le prime musiche espressamente dedicate a tali strumenti. Nel 1724 Quantz scese in Italia: aveva studiato a Dresda con il primo flauto dell'Orchestra, il Signor Pierre Gabriel Buffardin. Il futuro maestro di Federico II di Prussia ebbe così l'occasione di visitare le più importanti città e le maggiori personalità musicali del tempo: probabilmente fu il primo virtuoso di flauto traverso ascoltato nella Penisola! Stranamente da allora anche in Italia i compositori cominciarono a dedicare opere specifiche a tale strumento. Il Signor Vivaldi era indubbiamente interessato al nuovo linguaggio del "flauto traversiere”, tanto da dedicargli numerose opere tutte caratterizzate da una insospettata agilità ma soprattutto una del tutto nuova espressività nel cantabile. Possiamo considerare il "Prete Rosso" il primo grande compositore veneziano (e non solo) per traversiere: egli contribuì notevolmente sia all'evoluzione tecnica, d'ispirazione spiccatamente violinistica, sia all'affermazione "politica" dello strumento.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.700002
Compositore: B. Marcello, G. Ferrandini, G.B. Pescetti, A. Vivaldi, A. Bon, G.B. Platti
Esecutori: Stefano Bet, flauto · Francesco Cera, clavicembalo
Edizione: 1998