Clicca l'immagine per ingrandire
TC.750602

17.69 €

GIUSEPPE FERLENDIS (1755-1810)
Opera completa per oboe e orchestra

Originario di Bergamo, Giuseppe Ferlendis fu uno dei più acclamati virtuosi di oboe e di corno inglese della seconda metà del XVIII secolo e diede un contributo determinante all’evoluzione della meccanica di quest’ultimo strumento. Nel 1777 il principe arcivescovo di Salisburgo lo assunse nella sua orchestra di corte in qualità di oboista. Nel corso della sua lunga permanenza a Salisburgo, il virtuoso italiano ebbe modo di conoscere e di stringere una sincera amicizia con Mozart, che compose per lui il celebre Concerto per oboe e orchestra K. 314. Come molti strumentisti suoi contemporanei, Ferlendis si cimentò anche nel campo della composizione, scrivendo quattro concerti e una sinfonia, le cui partiture ci sono giunte fortunosamente solo in copie ottocentesche. Per quanto presentino alcuni elementi di evidente sapore mozartiano, questi incantevoli lavori vantano la ricchezza melodica e l’eleganza naturale delle migliori opere italiane dell’epoca, denotando inoltre un meraviglioso temperamento latino. Sebbene lo stile di queste belle pagine sia improntato alla massima semplicità, lo sviluppo delle parti principali e l’elaborazione dei temi dimostrano in maniera evidente il grande talento compositivo di Ferlendis, che trova in Marino Bedetti e nell’Orchestra «G. Ferlendis» diretta da PierAngelo Pelucchi i paladini ideali per riconquistare il ruolo che gli spetta nel repertorio settecentesco. Un’altra grande riscoperta della Tactus, che aggiunge un’altra splendida tessera al fascinoso mosaico del repertorio strumentale del Settecento italiano.

Video

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.750602
Compositore: GIUSEPPE FERLENDIS (1755-1810)
Esecutori: Marino Bedetti, oboe e corno inglese · Orchestra «G. Ferlendis» · PierAngelo Pelucchi, direttore
Edizione: Marzo 2011
Nota: WORLD PREMIERE RECORDING