Clicca l'immagine per ingrandire
TC.751801

17.69 €

Rolla Alessandro (1757-1841)
Duetti per flauto e violino

In due specifiche occasioni, non lontane tra loro cronologicamente, Alessandro Rolla si dedicò alla composizione di duetti per flauto e violino: tra 1828 e 1829 e nel 1831. Nel primo caso destinò la sua opera a due editori milanesi molto attenti alle novità: Francesco Lucca e Giuseppe Antonio Carulli. All'epoca il nome di Rolla era ormai universalmente noto e la sua fama aveva già varcato i confini nazionali. Giunto a Milano nel 1802, provenendo da Parma, dove era stato direttore del Reale Concerto del duca, il musicista nativo di Pavia, divenne direttore d'orchestra dell'Imperial Regio Teatro alla Scala e si prodigò per elevarne il livello esecutivo. È noto a tutti, ad esempio, il lusinghiero giudizio espresso da Louis Spohr nel 1816 riguardo alla precisione e alla forza che riusciva ad ottenere dai suoi orchestrali durante le esecuzioni e l'ammirazione mostratagli da Paganini che desiderò farsi ascoltare da lui. Nel 1808, alla fondazione dell'Imperial Regio Conservatorio di musica, Rolla fu poi chiamato dall'amico Bonifazio Asioli, primo direttore, per ricoprire l'incarico di insegnante di violino e viola. Dominatore della vita musicale cittadina sino agli anni 30 del 1800, Rolla, contribuì in modo determinante allo sviluppo della musica e della tecnica strumentale, in un'epoca in cui il melodramma deteneva il primato. La produzione cameristica, in particolare, destinata a diversi organici, si inserisce nel filone salottiero, ne intensifica e ne raffina il gusto, richiedendo esecutori sempre più agguerriti e pronti a impegnarsi in passaggi di un certo rilievo.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.751801
Compositore: Rolla Alessandro (1757-1841)
Esecutori: Daniele Ruggeri. flauto Marco Rogliano: violino
Edizione: Maggio 2003