Clicca l'immagine per ingrandire
TC.751802

17.69 €

Rolla Alessandro (1757-1841)
Duetti per violino e viola

In un Italia tutta assorbita dal teatro musicale, tra la seconda metà del xviii secolo e la prima metà del xix, Alessandro Rolla (1757-1841) fu tra i musicisti che contribuirono a mantenere l’interesse per il gusto strumentale e, praticando in prima persona un’intensa attività concertistica, fu tra gli artefici del mantenimento del virtuosismo, dell’affinamento di una tecnica strumentale specifica nonché di uno stile musicale autonomo, mediato dalla musica austriaca contemporanea, ma centrato essenzialmente su peculiari caratteri italiani. “Creatore del suono della viola” - come si legge in un testo contemporaneo - ma non di meno interprete sublime al violino (“incantano l’anima le dolcissime corde del nostro Rolla”, come proferì commosso Vincenzo Monti), affiancando l’attività concertistico-direttoriale a quella didattica, compilò un nutrito catalogo in cui l’aspetto cameristico supera di gran lunga il settore sinfonico-orchestrale. È inoltre nell’ambito cameristico che Rolla compie indubitabilmente le maggiori sperimentazioni tecniche, mettendo in rilievo sia le grandi capacità nell’espressione del cantabile, sia le risorse virtuosistiche dei due strumenti ad arco. Se la viola mutua, per così dire, le tipologie tecniche dal violino, affrontando passi fino ad allora ritenuti impraticabili (note doppie, arpeggi di grande estensione, passaggi ardimentosi), il violino non è da meno e la scrittura che ne risulta lascia presagire i caratteri del virtuosismo romantico paganiniano.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.751802
Compositore: Rolla Alessandro (1757-1841)
Esecutori: Marco Rogliano: violino Luca Sanzò: viola
Edizione: Giugno 2003