Clicca l'immagine per ingrandire
TC.752801

17.69 €

Muzio Clementi (1752-1832)
Sonate per fortepiano con accompagnamento di violino

Al concludersi dello straordinario percorso della sonata barocca, comincia a delinearsi una significativa trasformazione: dal prevalere degli strumenti ad arco (del violino in particolare) si passa ad una graduale affermazione dello strumento a tastiera, che si emancipa dalla funzione di basso continuo per assumere un ruolo solistico. I musicisti che danno vita allo stile galante e al Rococò offrono esempi innumerevoli di sonate per strumento a tastiera “con accompagnamento” di violino o flauto, spesso anche con il violoncello, evidente reminiscenza della Sonata a tre. Questo accompagnamento, affidato a strumenti che oggi siamo abituati a considerare solisti, a loro volta accompagnati dal pianoforte, consiste solitamente in note tenute o raddoppi di una parte già suonata dalla tastiera; è di norma del tutto privo di difficoltà tecniche, al punto di poter essere eseguito anche da un dilettante, e poiché non modifica la struttura del brano se non per un contributo timbrico, viene spesso indicato come “ad libitum”. Clementi riveste indubbiamente un ruolo importante nell’evoluzione della sonata, ed il suo catalogo comprende diverse opere per tastiera con un accompagnamento della tipologia descritta (Op. 13 e 31 con violino o flauto, Op. 21, 22, 29, 32 con l’aggiunta del violoncello). Un posto a sé nella sua produzione occupano invece le 3 Sonate Op. 15 “per il pianoforte con accompagnamento obbligato di violino”, pubblicate a Londra nel 1786 e recentemente ripubblicate dalla Ut Orpheus nell’ambito dell’opera omnia di Clementi: in esse è ben più sviluppata la discorsività tra i due strumenti, con il violino che dialoga alla pari con il pianoforte.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.752801
Compositore: Muzio Clementi (1752-1832)
Esecutori: Carlo Mazzoli, fortepiano · Enzo Porta, violino
Edizione: Ottobre 2007