Clicca l'immagine per ingrandire
TC.490001

17.69 €

Ludovico Fogliani, Alessandro Demofonte,
Antonio Caprioli, Rofino Bartolucci da Assisi,
Michele Pesenti, Bartolomeo Tromboncino,
Paolo Scotto, Marchetto Cara, Franciscus Bossinensis,
Francesco Santacroce «patavino», Antonius Patavus (Stringari)
Musica Disonesta
Miti e Racconti dall’Umanesimo

Il progetto si basa sull’assunto secondo il quale il Quattrocento racconta la contaminazione tra due universi culturali: scritto e orale. Il limite tra i due contesti appare assai sottile, tanto da far convivere le due tradizioni in uno stesso universo comunicativo: modi di dire, figure allegoriche, citazioni, convergono in tal modo in una stessa chiave di lettura culturale. I brani raccontano storie, sentimenti e personaggi apparentemente generici ma che, in verità, risultano uno spaccato del contesto culturale depositario di antiche conoscenze, dove ciò che appare non è semplicemente ciò che viene scritto ma la rappresentazione di un enorme contenitore di significati. “Turlulù e la Rosina”, i nostri personaggi quattrocenteschi, rappresentano vizi, virtù, fortuna, amore, fame, vecchiaia, morte. Nomi apparentemente distanti da una conoscenza più alta ma che, in verità, sono parte di questa, come affermava il Torrefranca, nel “Il segreto del Quattrocento”, “accade raramente nella poesia popolaresca, ma quasi mai nella popolana: sempre realistica e rispettosa della verità storica che, per il popolo, è stimolo mordente”.