Clicca l'immagine per ingrandire
TC.621602

17.69 €

Giovanni Antonio Pandolfi Mealli (1620-1669)
Sonate, Roma 1669

Fabrizio Longo guida l’ensemble Opera Quinta alla riscoperta della musica di Giovanni Antonio Pandolfi Mealli, singolare personaggio, dinamico protagonista delle vicende del Seicento italiano ed europeo. Viaggiatore incallito, dalla natìa Toscana si recò alla corte d’Austria, dove diede inizio alla sua carriera di compositore, per poi approdare come virtuoso di violino a Messina, in un momento storico in cui la fiorente città siciliana si distingueva per un’attività culturale e scientifica di grande avanguardia. Qui Pandolfi compose la raccolta senza numero d’opera presentata in questo cd, in cui i vari brani sono dedicati a principi e musicisti dell’entourage siciliano, compreso un cantante che il compositore stesso ucciderà in circostanze non del tutto chiare, fuggendo in seguito e prendendo servizio presso la corte spagnola, ove rimase presumibilmente fino alla morte. Molti dei movimenti di queste composizioni sono brillantemente caratterizzati dai suoni tipici della Messina del Seicento: scacciapensieri, triangolo, flauto triplo, castagnette e tamburello, arricchiscono l’esecuzione permeandola di quella vitalità che caratterizzava i balli popolari e le influenze musicali spagnole, che si mescolavano alle forme più colte (specie di scuola romana) su cui erano invece basate le istituzioni musicali ufficiali in città.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.621602
Compositore: Giovanni Antonio Pandolfi Mealli (1620-1669)
Esecutori: Opera Qvinta Ensemble, Fabrizio Longo
Edizione: Luglio 2017
Testo Musicologico: Fabrizio Longo
Nota: Strumenti Storici