Clicca l'immagine per ingrandire
TC.950390

25 €

Diego Conti (1958)
Quartetti per archi

Un’ardua sfida è certamente quella in cui si cimenta Diego Conti, violinista e compositore contemporaneo, nel dare vita a nuovi quartetti d’archi, un genere che nella storia della musica da camera ha visto le firme di illustri geni che si sono prodotti in centinaia di capolavori. Ci vuole il coraggio, forse un po’ di incoscienza, e soprattutto una incrollabile fede in un linguaggio musicale che nonostante tutto possa ancora dire qualcosa di nuovo in quest’epoca incerta e instabile, dove la non-cultura e la conseguente confusione sembrano regnare sovrane. Il quartetto d’archi dell’Officina Musicale, storico gruppo specializzato in tutto il repertorio che va dal classicismo alla musica contemporanea, si fa interprete di questa prima registrazione, in cui la forma del quartetto, tra le più astratte a livello musicale – quasi una natura morta per un pittore – diviene una diagnosi della perdita di identità del nostro tempo, in cui il «lirismo» agisce sempre in mondi lontanissimi, tra rovine, ombre e paesaggi lunari.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.950390
Compositore: Diego Conti (1958)
Esecutori: Officina Musicale: Daniela Cammarano · Daniele Orlando, violini
Zita Pintér, viola
Antonio Mostacci, violoncello
Edizione: Luglio 2017
Testo Musicologico: Alessandro Zignani
Nota: World Premiere Recording · 2cd box set