Clicca l'immagine per ingrandire
TC.970301

17.69 €

Riccardo Castagnetti (1977)
Composizioni per organo e cembalo

Le composizioni di Riccardo Castagnetti paiono ricordarci che la tradizione nel suo significato più pieno è un deposito di forme che non perdono mai la loro vitalità. Proprio per questo esse sono sempre dei codici attraverso i quali poter comporre, scrivere, comunicare. Ma il debito nei confronti della tradizione non si esaurisce affatto nel confezionare un contenuto contemporaneo in un pacchetto antico, quasi il rifarsi a stilemi del passato con intenti manieristici. La contemporaneità, infatti, penetra all’interno di queste forme: con i suoi mutamenti artistico-culturali, la sua crisi, la sua “malattia”. Trasforma la tradizione, la fa propria, la deforma fino ad irriderla e a dubitarne: ecco che il tragico e il grottesco si fanno gioco, labirinto, complessità. La tradizione si spinge allora sempre più in là, verso nuove rive, alla ricerca di leggerezza e semplicità, nella consapevolezza di un’impossibile sintesi. Tragico e comico si mescolano, sulle note di un ragtime che cede il passo ad una gigue, o forse inciampa in un passepied. Ecco allora che le composizioni di Riccardo Castagnetti -sempre col sorriso di chi non si prende troppo sul serio- ci ricordano che siamo parte di un dialogo ininterrotto nel quale non ci spetta né la prima né l’ultima parola. “Antico” e “nuovo”, “allievo” e “maestro” diventano qui più difficilmente distinguibili, ma non per questo meno legati e debitori l’uno all’altro. La genesi di un disco in cui il maestro interpreta brani del proprio allievo consolida l’idea di un necessario e instancabile scambio tra generazioni e competenze.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.970301
Compositore: Riccardo Castagnetti (1977)
Esecutori: Stefano Innocenti, organo e clavicembalo
Edizione: Luglio 2009
Testo Musicologico: Maria Chiara Rioli
Nota: World Premiere Recording