Clicca l'immagine per ingrandire
TC.850005

17.69 €

Bernardo Wolff (1835-1906) · Giuseppe Frugatta (1860-1933) · Ernesto Becucci (1854-1905) · Michele Puccini (1864-1891) · Guglielmo Andreoli (1835-1905) · Carlo Carignani (1857-1919)
Trascrizioni da Puccini per pianoforte a quattro mani

Per avere un’idea dell’importanza, e della diffusione, delle ‘trascrizioni’1 all’epoca di Puccini, basta osservare in qualche spartito di Casa Ricordi il retro di copertina (o l’ultima pagina interna del fascicolo): vi si leggerà un elenco, per noi quasi strabiliante, di trascrizioni (più o meno libere), fantasie, pot-pourri, per i più vari organici, per pianoforte solo – o a 4 mani – per pianoforte abbinato a mandolino, violino, flauto, chitarra, o per qualche strumento solista come quelli già citati o altri ancora. Si tratta quindi, ovviamente, del prodotto di una politica editoriale che era in quel momento al suo culmine e che si rivolgeva a un vasto pubblico di dilettanti e/o amatori che avevano sete di conoscere repertori scritti per ben più ampi organici, primo fra tutti, in quel momento, l’opera lirica. L’esecuzione in casa per i soli esecutori, o magari alla presenza di un pubblico selezionatissimo, poteva richiamare un’esecuzione della versione originale cui si era assistito, o far conoscere una composizione che altrimenti sarebbe rimasta ignota. Le trascrizioni per pianoforte a 4 mani, in particolare, erano state nell’Ottocento un veicolo straordinario della diffusione delle conoscenze musicali. Ed è proprio per questa formazione che il duo pianistico formato dai coniugi Fabrizio Datteri e Nadia Lencioni, esegue in questa incisione composizioni ispirate alle celebri opere ed alle immortali melodie di Giacomo Puccini.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.850005
Compositore: Bernardo Wolff (1835-1906) · Giuseppe Frugatta (1860-1933) · Ernesto Becucci (1854-1905) · Michele Puccini (1864-1891) · Guglielmo Andreoli (1835-1905) · Carlo Carignani (1857-1919)
Esecutori: Duo Pianistico Fabrizio Datteri, Nadia Lencioni
Edizione: Marzo 2019
Testo Musicologico: Gabriella Biagi Ravenni
Nota: World Premiere Recording