Clicca l'immagine per ingrandire
TC.100008

17.69 €

Canti Gregoriani
Jubilemus Exultantes - Canti Gregoriani della Cattedrale di Parma, sec. XIV-XV

Il 31 ottobre 1106 papa Pasquale II celebrava il rito di dedicazione dell’attuale cattedrale di Parma, l’ecclesia Sanctae Mariae, la cui titolarità risulta essere attribuita alla Vergine assunta fin dai primi documenti del secolo IX. Nella stessa occasione, il papa consacrava vescovo della città Bernardo degli Uberti, l’abate della congregazione di Vallombrosa, cardinale e legato pontificio che, morto il 4 dicembre 1133, fu canonizzato nel 1139 e incluso nel più antico calendario della cattedrale (sec. XIII). A questi momenti, emblematici della storia civile e religiosa di Parma, si richiama il repertorio liturgico-musicale proposto dal coro diretto da Lanfranco Menga, che esegue per la prima volta una serie di canti contenuti nei codici liturgico-musicali della cattedrale. Tra le testimonianze conservate nell’Archivio Capitolare e nell’Archivio della Fabbrica, sono compresi un Liber ordinarius (AC 1; altra copia A-caps. XVI, 83), alcuni antifonari, graduali e sezioni del kyriale (AC 6-9, 15; F 1-7, 9-12), un libro con le intonazioni della passione (AC 3), un tropario-sequenziario (AC 12), un processionale (AC 4) e due innari (AC 5, 14). Si tratta di manoscritti tardivi, copiati prevalentemente nei secoli XIV-XVI e in qualche caso anche oltre, per cui il repertorio risulta essere coerente con l’ordo della messa e dell’ufficio secundum consuetudinem romanae curiae. Tuttavia non mancano elementi di interesse, tali da evidenziare la persistenza di consuetudini più antiche e radicate nella prassi liturgica, come tropi, sequenze, uffici drammatici e canti strettamente legati alla tradizione locale.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.100008
Compositore: Canti Gregoriani
Esecutori: Ensemble Oktoechos · Schola Gregoriana di Venezia · Lanfranco Menga, direttore
Edizione: Settembre 2006