Clicca l'immagine per ingrandire
TC.300002

17.69 €

AA.VV.
Danze Strumentali Medievali Italiane - vol. I

I documenti ci hanno tramandato la trascrizione di una cinquantina di brani strumentali medievali, definibili danze per la forma nella quale si presentano. Sono brani provenienti da varie regioni europee, e i codici che li contengono sono databili tra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo, anche se i brani, spesso, sono reminiscenze di un repertorio senz’altro anteriore. Nonostante le limitate dimensioni, questo corpus presenta comunque una notevole multiformità: vi si annoverano, tra le altre, ductiae d’origine inglese, estampite francesi ed italiane, e saltarelli. Accanto a brani che traevano evidentemente la loro ragion d’essere dalla danza, ne troviamo altri che, ferme restando le particolarità del genere, presentano tratti evoluti, che sembrano caratterizzarli come danza non solo da ballare, ma soprattutto da ascoltare. Questa esigua eredità non esauriva certo il repertorio della musica per danza nel medioevo: ragionevolmente, esso doveva essere molto più vasto, se è vero che la danza ha sempre rappresentato un momento sociale di particolare importanza, ieri ancor più di oggi, soprattutto in ambito popolare. Un’altra importante parte della musica medievale per danza era anche vocale e talora legata all'uso liturgico. Quest'ultima viene spesso annoverata tout court nel repertorio sacro, dato che l’origine coreutica di quei canti è solo congetturabile. Quelle in nostro possesso sono dunque le danze medievali segnatamente pensate per essere eseguite con strumenti, provenienti da ambiente aristocratico, profane (se non nella primigenia origine, per lo meno nella destinazione d'uso), e sopravvissute perchè trascritte. I brani presenti in questo CD rapprsentano una prima selezione di quelli di accertata o probabile provenienza italiana, di cui si intende proporre l'edizione integrale.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.300002
Compositore: AA.VV.
Esecutori: ANIMA MUNDI CONSORT - Gaspare Antonio Bartelloni: Flauti, flauti di canna, gralla, arpa gotica, Ugo Galasso: Flauti, flauti di canna, chalumeau, ciaramella, bombarda, Bernardo Barzagli: Tromba marina, ribeca, viella, Daniele Poli: Liuto, synphonia, arpa, Pino Marcogliese: ‘ud, Luca Gherardi: Synphonia, organo portativo, salterio, cornamusa, tamburo a frizione, Piero Callegari: Tromba da tirarsi, bombarda, Mauro Morini: Tromba da tirarsi, Massimo Paoletti: Riqq, tammorra, piatti, tamburello garganico, naqqari, Luca Brunelli Felicetti: Derbouka, riqq, bendir, zil, tabor, tar, marranzano, tammorra, naqqari, campane, salterio, direzione
Edizione: Settembre 2004
Nota: CHOC DE LA MUSIQUE