Clicca l'immagine per ingrandire
TC.871802

17.69 €

Ottorino Respighi (1879-1936)
Opera Omnia per Organo

Strana sorte quella di Respighi: pur raggiungendo le vette massime del Novecento, la sua musica trova ancora spazio angusto nella programmazione concertistica italiana e molta parte di essa è sconosciuta al grande pubblico o addirittura giace racchiusa in manoscritti inediti. Ancor più in oblio è quella dedicata all’organo, strumento che Respighi studiò al Liceo Musicale di Bologna dal 1893 al 1900 con Cesare Dall’Olio (1849 - 1906). A quel tempo l’istituto aveva in dotazione uno strumento costruito da Pietro Nacchini nel sec. XVIII (definito da Giovanni Tebaldini "una baracca che si chiama organo") e il programma degli studi era ben lungi dal contemplare quella tecnica introdotta solo con la riforma voluta da Marco Enrico Bossi, direttore del Liceo bolognese dal 1902 al 1911. Il genio di Respighi seppe valicare le inadeguatezze tecniche della sua formazione giungendo a trattare l’organo in perfetta sintonia con i grandi organisti europei.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.871802
Compositore: Ottorino Respighi (1879-1936)
Esecutori: Andrea Macinanti, organo · Orchestra da Camera Milano Classica · Alfonso Scarano, direttore
Edizione: 2002
Testo Musicologico: Andrea Macinanti
Nota: Prodotto fuori catalogo non più disponibile, sostituito dal nuovo codice TC.871803