Clicca l'immagine per ingrandire
TC.781601

17.69 €

Niccolò Paganini (1750-1825)
Sonate per violino e chitarra

Sino al termine del secolo scorso Paganini era quasi unicamente riconosciuto come solista e soltanto attraverso la recente pubblicazione di inediti è stato possibile rivendicare la genialità e l’originalità dell’apporto da lui conferito alla produzione cameristica. Proprio nel panorama cameristico si scopre un Paganini fra i più significativi esponenti del repertorio chitarristico. Alle sei corde destina quindici quartetti abbinando la chitarra a violino, viola e violoncello e dimostrando di saper trattare lo strumento con grande maestria. Degno di una nota particolare è il corpus di 18 sonate per violino e chitarra composto dopo il 1828 e comunemente denominato “Centone”. Si tratta di composizioni in cui permane in larga misura la supremazia del violino, ma l’autore presenta un linguaggio in cui abdica ad un trattamento di tipo virtuosistico dello strumento egemone puntando maggiormente sull’equilibrio e sull’impasto timbrico. Nel “Centone” lo stesso termine “sonata” va interpretato nel suo significato più arcaico, quando, in contrapposizione al brano vocale, indicava un pezzo concepito per un’esecuzione strumentale. Pertanto si troverebbe completamente fuori strada chi solo si azzardasse a cercare in queste composizioni i connotati (seppure allo stato embrionale) della forma sonata vera e propria improntata sostanzialmente sul bitematismo e sulla tripartizione. La sonata di tipo beethoveniano era largamente praticata dai musicisti d’oltralpe e non risultava essere ignota allo stesso Paganini, ma il nostro autore sembra voler attuare una scelta mirata che non depone assolutamente a sfavore del risultato musicale. L’abbinamento della chitarra al violino costituisce ancora oggi un tipo di ensemble cameristico che non trova un riscontro così frequente nelle rassegne concertistiche e l’ascolto delle sonate del “Centone” è legato ad occasioni piuttosto rare per cui composizioni di così sublime bellezza risultano poco famigliari agli ascoltatori comuni.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.781601
Compositore: Niccolò Paganini (1750-1825)
Esecutori: Gianfranco Iannetta, violino · Gianni Landroni, chitarra
Edizione: 1999