Clicca l'immagine per ingrandire
TC.600201

17.69 €

Orazio Benevoli (1605-1672)
Missa «In Angustia Pestilentiæ» 1656

Orazio Benevoli fu uno dei più importanti compositori del barocco romano. Nato a Roma nel 1605, entrò dodicenne tra i pueri cantores della Chiesa di San Luigi dei Francesi, dove rimase fino al 1623. L’anno successivo divenne maestro di cappella a Santa Maria in Trastevere e, successivamente, a Santo Spirito in Saxia e a San Luigi dei Francesi. Nel 1644 si recò a Vienna, al servizio dell’Arciduca Leopoldo Guglielmo d’Asburgo. Tornato a Roma, dopo essere stato maestro di cappella a Santa Maria Maggiore, il 7 novembre 1646 divenne direttore della Cappella Giulia in Vaticano, posto che conservò per più di venticinque anni, fino alla morte avvenuta il 17 giugno 1672. Vincenzo di Betta guida la Cappella Musicale di Santa Maria in Campitelli alla riscoperta della sua «Missa In angustia Pestilentiæ» (nell’angustia della peste), composta ed eseguita nel 1656 nella Basilica di San Pietro a porte chiuse, data la gravità del contagio della peste diffusasi a Roma nello stesso anno, che indusse il papa Alessandro VII ad emanare disposizioni che riducessero al minimo i momenti di aggregazione in città, come le celebrazioni solenni. L’opera era probabilmente stata commissionata dal Capitolo della Basilica per una importante occasione, con la quale si invocava la misericordia divina affinchè il contagio cessasse.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.600201
Compositore: Orazio Benevoli (1605-1672)
Esecutori: Cappella Musicale S. Maria in Campitelli
Franco Vito Gaiezza, organo
Vincenzo Di Betta, direttore
Edizione: Aprile 2018
Testo Musicologico: Paola Ronchetti, Massimo Bisson
Nota: World Premiere Recording · Strumenti Storici
Organo Pellegrino Pollicolli, 1635