Clicca l'immagine per ingrandire
TC.680705

17.69 €

FRANCESCO GEMINIANI (1687-1762), TOMMASO GIORDANI (1733-1806)
Sonate per chitarra e basso continuo

Nel corso della sua storia millenaria, la chitarra ha saputo adattarsi alle più diverse situazioni nelle varie epoche e alle mutevoli esigenze di popoli e tradizioni, assumendo di volta in volta questa o quella forma ma, soprattutto, le accordature più particolari. Verso la seconda metà del Settecento nei paesi anglosassoni - ma anche di lingua francese - trovò una certa diffusione la cosiddetta English guitar (in francese guitare anglaise o anche pandore), strumento che segnò l’estrema evoluzione della cetra, all’epoca ormai caduta in disuso. L’accordatura prevedeva dieci corde distribuite in sei ordini di cori (i primi tre raddoppiati): partendo dall’acuto le note erano sol¹- sol¹, mi¹-mi¹, do¹-do¹, sol, mi, do. Si trattava quindi di una accordatura aperta in Do maggiore (“aperta” è appunto un’accordatura che senza tastare con la mano sinistra alcuna corda produce una tonalità ben precisa. Da sempre usata nei più diversi strumenti a corde pizzicate, è tuttora impiegata nella musica folklorica nordamericana). Tale strumento non deve essere confuso con la coeva chitarra indicata con il nome in italiano (meglio conosciuta oggi come chitarra barocca), poiché questa prevedeva un’accordatura differente sia nel numero dei cori che delle note. Il repertorio della English guitar – non molto ricco, per la verità – vide i contributi di Felice Giardini (1716-1796), Rudolf Straube (1717-1785 ca.) e, appunto, i due autori presentati in questa registrazione, ossia Francesco Geminiani e Tommaso Giordani.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.680705
Compositore: FRANCESCO GEMINIANI (1687-1762), TOMMASO GIORDANI (1733-1806)
Esecutori: Giampaolo Bandini, chitarra · Federico Ferri, violoncello · Daniele Proni, clavicembalo
Edizione: Settembre 2009