Clicca l'immagine per ingrandire
TC.681601

17.69 €

NICOLA PORPORA (1686-1768)
Arie d'Opera

Da dieci anni Angelo Manzotti, con dedizione e risultati impeccabili, dà voce ad uno spettacolo che porta in scena il fantasma vocale di Farinelli. Lo evoca, lo fa apparire e svanire, rendendolo vivo. Ascoltandolo, vedendo la sobrietà consapevole dei suoi gesti scenici, il rapporto che riesce a creare tra persona e voce, si inverano le parole di Rodolfo Celletti, che di Angelo Manzotti è stato il miglior didatta: “Il belcantismo, anche in ciò diretta emanazione del Barocco, si forgia propri criteri di plausibilità e credibilità. In questo senso, potrebbe essere definito come il periodo storico che ha avuto la maggiore fiducia nelle possibilità espressive del canto. Una fiducia così illimitata che il timbro e le melodie vocali bastano a creare una realtà autonoma dalla realtà sensibile”. Il disco monografico dedicato a Nicola Porpora (1686-1768) fa questo; crea, attraverso la voce, “una realtà autonoma dalla realtà sensibile”. Era a questo prodigioso effetto di straniamento e di nuova immateriale verità che si riferiva Gioachino Rossini quando, da vecchio, rimpiangeva la vocalità ormai perduta e stilisticamente, non meno che culturalmente, improponibile degli evirati cantori, scrivendo che era quello “il cantar che nell’anima si sente”?

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.681601
Compositore: NICOLA PORPORA (1686-1768)
Esecutori: Angelo Manzotti, sopranista · I Musici della Concordia, Orchestra da Camera di Rovigo · Nicola Breda, primo violino e direttore
Edizione: Aprile 2009
Nota: violino Andrea Guarneri (ex Adolfo Betti), Cremona, 1694