Clicca l'immagine per ingrandire
TC.560301

17.69 €

Camillo Cortellini (1561-1630)
Terzo Libro de’ madrigali a cinque voci

Il grande polifonista Marc’Antonio Ingegneri additava Cortellini al proprio discepolo Claudio Monteverdi come compositore attento alla scelta dei testi e se si pensa che Cortellini fu scelto fra i candidati compositori della corte gonzaghesca, si comprende la centralità del suo ruolo di connessione nel milieu culturale di quel momento storico. Dal punto di vista letterario nel terzo libro è evidente l’interpretazione manierista dell’ideale petrarchesco, modernizzato nel togliere il conflitto morale fra immagini fisiche e tensioni mistiche, seguendo da una parte l’intensità della luce pittorica rinvenibile per esempio nel Guercino e dall’altra la raffinatezza raffaellesca (pittore assai di casa a Bologna); dunque un petrarchismo riflettente la gioia dei sensi anche nella situazione amorosa della dolorosa ferita, sensualmente significativo e acceso nell’espressione linguistica, ma ricomposto musicalmente in chiave lontana da estremizzazioni drammatiche: anzi la musica sembra alleggerire ogni conflitto letterario trasportandolo in un lessico musicale che non diventa mai tragico o irreparabile. In particolare nel Terzo libro dei Madrigali di Camillo Cortellini lo stile del madrigale arioso si esplica con chiarezza attraverso il carattere della dolcezza e della soavità: questo implica un deciso attutirsi dell’ordito polifonico, una più marcata focalizzazione della linea melodica che tende a esprimersi nella parte superiore e il ricorso ritmico a procedimenti di danza unitamente alla variazione melodica delle sezioni ritornellate. Si nota che alcuni madrigali sono impostati su tessiture acute: ciò fa pensare che, similmente ad altri libri e antologie cinquecentesche, anche queste composizioni potessero essere rivolte ad un pubblico di donne musiciste colte, come nel caso rinomato delle dame ferraresi, nella vicina corte estense.

richiedi maggiori informazioni


Cod.: TC.560301
Compositore: Camillo Cortellini (1561-1630)
Esecutori: Coro da Camera di Bologna · Enrico Volontieri: cembalo · Pier Paolo Scattolin, direttore
Edizione: Novembre 2009
Testo Musicologico: Pier Paolo Scattolin