Giuseppe Martucci (1856-1909) · Muzio Clementi (1752-1832) · Alfredo Casella (1883-1947)

Tra i sommersi e i salvati del camerismo italiano. Questo programma è un biglietto di viaggio di un secolo e mezzo: la distanza tra la Sonata «con accompagnamento» di Muzio Clementi (1792) e la sua trasformazione in Trio ortodosso da parte di Alfredo Casella (1936). Fermata intermedia il Trio op. 59 di Giuseppe Martucci (1882). Il tracciato ricompone una storia non secondaria né scontata: riassume vicende e importanza della musica da camera scritta dagli autori italiani dalla metà del Settecento in poi. In molti testi di storia della musica l’argomento si trova in nota; al massimo è un paragrafo, nemmeno un capitolo. Un’eco dirozzata del nazionalismo littorio e degli antipuccinismi di regime che, per ragioni ideologiche più che per convinzioni storico-critiche, ebbero il merito di aprire la questione nel Novecento. Questa proposta esecutiva dedicata a pianoforte, violino e violoncello è un minuscolo risarcimento artistico e una messa a fuoco estetica e formale. Ci induce a capire e pensare al ruolo che i compositori italiani hanno avuto (anche) nello specifico della musica non teatrale.

Tracklist

  • Compositore: Giuseppe Martucci (1856-1909) · Muzio Clementi (1752-1832) · Alfredo Casella (1883-1947)
  • Esecutori: Hèsperos Piano Trio
    Filippo Lama, violino
    Stefano Guarino, violoncello
    Riccardo Zadra, pianoforte
  • Testo musicologico: Angelo Foletto
  • Periodo storico: Romanticismo
  • Codice: TC850006
  • Edizione: Luglio 2022
  • Barcode: 8007194107753
  • Set: 1
  • Numero tracce: 9
  • Durata totale: 61:58
  • Note: Registrato presso MetròRec Recording Studio, Riva del Garda (TN), Aprile 2021
***
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text. captcha txt

Start typing and press Enter to search